In questa sezione vi è l'elenco delle opere finaliste al Premio Settembrini dall'anno 2005 all'anno 2019 presenti nelle nostre biblioteche.

E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti nella colonna a sinistra

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Target di lettura Adulti, generale
× Data 2007
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2010

Trovati 2 documenti.

Leggero il passo sui tatami
5 0 0
Libri Moderni

Pastore, Antonietta <1946- >

Leggero il passo sui tatami / Antonietta Pastore

Torino : Einaudi, copyr. 2010

L'arcipelago Einaudi. - Einaudi ; 158

Abstract: Lo smarrimento durante un breve viaggio in treno senza poter leggere gli ideogrammi, la scoperta che in Giappone soffiarsi il naso in pubblico è maleducazione, una gita alle terme con gli studenti, una disavventura al parcheggio, un timido studente attempato che s'innamora di un'americana... Sono tanti i piccoli spunti, i ritratti, da cui parte il racconto di questo libro curioso, che fa un doppio movimento: nel corso di sedici anni di vita in Giappone, la grande fascinazione iniziale per l'eleganza, per la raffinatezza del gusto, per la discrezione e la delicatezza delle persone lascia il posto progressivamente al fastidio per l'apparente ipocrisia, per la formalità e la rigidità mentale; eppure quella che si comunica al lettore è una conoscenza profonda degli animi, della cucina, della lingua, della letteratura giapponese, che finirà per portare l'autrice e il lettore fuori da tutti i luoghi comuni, e dentro un altro mondo. Con la definitiva consapevolezza che si tratta davvero di un altro mondo, a cui non si può che tentare di avvicinarsi all'infinito

Il re delle isole fortunate e altre storie vere tra le maraviglie dell'arte
0 0 0
Libri Moderni

Puppi, Lionello

Il re delle isole fortunate e altre storie vere tra le maraviglie dell'arte / Lionello Puppi

Costabissara : A. Colla, 2010

Abstract: Se pur non sfugge alla suggestione letteraria di opere quali i Portraits intimes dei Fratelli Goncourt piuttosto che i Portraits in miniature di Giles Lytton Strachey, questo libro non è un semplice contenitore di racconti collegati dalla loro mera appartenenza ad un clima, in quanto articola, entro la cornice di due vicende speculari che rinviano alla scoperta e alla colonizzazione europea del Nuovo Mondo, ma con levità di intonazioni, una sequenza emblematica di inediti episodi attinenti l'universo dell'arte e manifestanti una sorta di malessere, di inquietudine, di instabilità e pure di «lacrime e sangue»: insomnia, dietro l'illusione delle «magnifiche sorti, e progressive», il presagio della sconfitta. Il lettore apprenderà, così, incidenti imbarazzanti della vita di grandi artisti (ad esempio: fu un penoso fiasco teatrale ad anticipare l'invenzione palladiana dell'Olimpico?); o rintraccerà un campionario di figli di grandi artisti con il complesso del genitore ingombrante (ad esempio: perché sì butta giù da un balcone Francesco, tìglio di Jacopo dal Ponte); o incontrerà figli fidati (ad esempio: perché chiede il porto d'armi Orazio, figlio di Tiziano?), ma anche degeneri e assassini (ad esempio: perché Palladio non riesce a dar sepoltura al prediletto figlio Leoni-da?). Altro troverà, il lettore. Il 'doppio' che ritorna (chi è veramente lo scultore Antonio Canova che muore misteriosamente a Follina nel 1873?), il falsario come trasmutazione di Jekyll in Hyde, i falsi (fu davvero Filippo Calendario il geniale architetto di Palazzo ducale a Venezia?), i contrabbandieri (perché i mercanti fiamminghi di quadri fratelli van Veerle ebbero quattro differenti cognomi?), le stregonerie (come morì il pittore veronese Felice Bru-sasorci?), la casa d'artista maledetta (perché fu teatro di morti incomprensibili la residenza veneziana di Tiziano?), un ponte carrabile e pedonale da Venezia a Murano nel Cinquecento