Il Giorno del ricordo vuole rinnovare la memoria della tragedia delle vittime delle foibe e dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante l'ultima fase della seconda guerra mondiale e negli anni immediatamente successivi. La data prescelta è il 10 febbraio, giorno in cui, nel 1947, vennero firmati i trattati di pace di Parigi che assegnavano alla Jugoslavia l'Istria, il Quarnaro e la maggior parte della Venezia Giulia, in precedenza facenti parte dell'Italia.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Apih, Elio
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2001

Trovati 2 documenti.

Fratelli d'Istria
0 0 0
Libri Moderni

Rumici, Guido

Fratelli d'Istria : italiani divisi / Guido Rumici

Milano : Mursia, 2001

Testimonianze fra cronaca e storia. 1945-1989: dalla vittoria alleata alla caduta del muro di Berlino

Abstract: Il destino di quanti rimasero ad abitare in Istria e a Fiume sotto il regime del marsciallo Tito dopo l'occupazione delle truppe jugoslave al termine del secondo conflitto mondiale. Pochi sanno, per esempio, che la maggior parte degli abitanti di quelle terre scelse l'esodo e abbandonò le propie case per trasferirsi oltre confine. Chi invece rimase, assistette in breve tempo a un totale sconvolgimento del tessuto sociale, della vita politica, delle relazioni economiche e umane

L'esodo giuliano-dalmata nel Veneto
0 0 0
Libri Moderni

L'esodo giuliano-dalmata nel Veneto / a cura di Alessandro Cuk e Tullio Vallery

[Trieste] : Alcione, 2001

Atmosfere istriane e dalmate