Includi: tutti i seguenti filtri
× Anno da 2014 fino a 2015
× Livello Monografie
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Rodari, Gianni
× Risorse Catalogo
Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Masters, Edgar Lee

Antologia di Spoon River. Testo inglese a fronte

BUR, 14/02/2014

Abstract: Da quando Cesare Pavese la presentò nel 1941 nella bella traduzione di Fernanda Pivano, Spoon River Anthology non ha conosciuto soste nella fortuna presso il pubblico dei lettori italiani. E il segreto sta probabilmente nella poetica, universale verità dei personaggi di quella che è stata definita la commedia umana degli Stati Uniti. Spoon River è qualcosa infatti tra la lirica e la narrativa. La storia di una piccola città americana con le sue mille vite, ognuna chiusa nel suo dramma e raccontata attraverso le lapidi del suo cimitero. Con testo a fronte.

– Sherlock Holmes. Uno studio in rosso
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

Arthur Conan Doyle - Moro Silo

– Sherlock Holmes. Uno studio in rosso

il Narratore audiolibri, 06/08/2014

Abstract: Anteprima audio: “Uno studio in rosso”, il primo romanzo scritto da Sir Arthur Conan Doyle sulle indagini del detective Sherlock Holmes (in tutto l’autore scrisse 62 fra romanzi e racconti su questo popolare investigatore) racconta l’incontro fra Holmes e il suo altrettanto celebre amico Dottor Watson. E’ un capolavoro del genere giallo, sorprendente ed emozionante. In una casa disabitata, viene trovato il cadavere di Enoch J. Drebber. Il corpo non presenta ferite, ma tutt'intorno vi è del sangue, e quello stesso sangue compone sul muro la parola “rache”, che in tedesco significa ‘vendetta’. La polizia arresta quello che ritiene il sospettato principale, ma dopo pochi giorni viene ritrovato un secondo cadavere: quello del segretario di Drebber, assassinato con una pugnalata al cuore… A questo punto Scotland Yard decide di coinvolgere nel caso l’acuto detective Sherlock Holmes… Attraverso la rievocazione del passato avventuroso dell’assassino e delle vittime nella comunità mormone americana, Holmes perverrà alla soluzione del caso. La lucida lettura di Moro Silo sottolinea il personaggio e la tensione di questa storia mozzafiato.Contenuto: Parte I – Parte II (versione integrale testo in PDF)Download (size) = 1 file zip (mp3) 128 Kbps –228 Mb tot.

Decameron (Novelle scelte)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

Giovanni Boccaccio - Moro Silo

Decameron (Novelle scelte)

il Narratore audiolibri, 05/08/2014

Abstract: Anteprima audio: Giovanni Boccaccio può essere considerato insieme con Dante e Petrarca, il più importante autore del XIV secolo sia in Italia che in tutta Europa. Boccaccio si distingue però dagli altri due per il suo stile centrato su tematiche terrene e per il suo relativo disinteresse per le problematiche morali, religiose, teologiche e politiche. Il Decameron è la più importante opera di questo scrittore: si tratta di una raccolta di 100 novelle collegate in una trama narrativa generale. L’interpretazione in voce di sei tra le novelle più conosciute restituirà all’ascoltatore la suggestiva immagine del mondo, vivace e dalle mille sfaccettature, descritto dall’autore. Dettaglio brani: 01) Lisabetta da Messina - 02) Federigo degli Alberghi - 03) Cisti fornaio - 04) Chichibio e la gru - 05) Frate Cipolla - 06) Calandrino e l’elitropia. Download (size) = 1 file Zip (mp3) files di testo:Giovanni Boccaccio può essere considerato insieme con Dante e Petrarca, il più importante scrittore del XIV secolo sia in Italia che in tutta Europa. Boccaccio si distingue però dagli altri due per il suo stile centrato su tematiche terrene e per il suo relativo disinteresse per le problematiche morali, religiose, teologiche e politiche. L'opera maggiore di Boccaccio è il "Decameron" una raccolta di 100 novelle collegate in una trama narrativa generale.L’interpretazione in voce di tre tra le novelle più conosciute restituirà all’ascoltatore la suggestiva immagine del mondo, vivace e dalle mille sfaccettature, descritto dall’autore. Dettaglio Brani: da "Decameron " (novelle scelte): Giornata Quinta - Novella Nona – Federigo degli Alberighi; Giornata Sesta - Novella Decima - Fra' Cipolla; Giornata Ottava – Novella Terza, Calandrino e l'elitropia.Contenuto: 1 file .zip 128 Kbps – 67,7 Mb

AA.VV. - Il Gatto – Racconti d'autore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

AA. VV. - Daniela Bruni

AA.VV. - Il Gatto – Racconti d'autore

il Narratore audiolibri, 05/08/2014

Abstract: Anteprima audio: Con questi 5 racconti di grandi autori è possibile avvicinarci all’ “immaginario collettivo” del felino più amato e più odiato. Gli scrittori non si sono mai interessati dell’animale in carne ed ossa, piuttosto hanno creato in parole l’insieme delle rappresentazioni mentali –desideri, speranze, paure, fantasie, sogni – che appartiene a ciascuno di noi e che è collegato con la figura del gatto. E’ questo tema dell’immaginario che colpisce nei racconti che presentiamo. In Calvino o in Lovecraft o in Hemingway, non troviamo il bonario felino che tutti conosciamo (e per cui possiamo provare simpatia o antipatia) ma uno o più ‘schermi’ su cui l’uomo da secoli proietta i suoi ‘fantasmi’ e incarna le sue passioni: vizi, virtù, angosce, rimorsi, incubi, frustrazioni e gioie.Contenuto: 1) Ernest Hemingway – “Gatto sotto la pioggia” 2) Italo Calvino – “Il gatto e il poliziotto” 3) Howard Philips Lovecraft – “I gatti di Ulthar” 4) Dino Buzzati – “Il delitto del cavaliere Imbriani” 5) Roald Dahl – “Liszt” Download (size) = 1 file zip (mp3) 128 Kbps – 56,6 Mb

Racconti dalle Mille e Una Notte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

Anonimo - Margaret Collina

Racconti dalle Mille e Una Notte

il Narratore audiolibri, 05/08/2014

Abstract: Anteprima audio: Quattro racconti tratti da uno dei libri più letti al mondo. Le vicende di seduzione amorosa, di tradimenti e d'inganni si svolgono in luoghi orientali o medio-orientali, in particolare a Baghdad. Il primo racconto è la storia-cornice di tutta l'opera: una storia di per sé straordinaria che introduce Shaharazade come la regina-madre di tutte le odalische per la cultura occidentale, mentre per l'Oriente è il simbolo della forza dell'intelligenza, del fascino della parola, del potere di seduzione. Considerati come delle favole, in realtà parabole sulla condizione della donna ovunque e in ogni tempo, questi racconti rimangono di grande modernità. (Ringraziamo la casa editrice Le Mura di Bologna per l'autorizzazione alla pubblicazione dei racconti apparsi originariamente in audiocassetta)Contenuto: 1) Sheherazade 2) Storia del barbiere e dei suoi fratelli 3) Storia del giovane re delle isole nere 4) Storia del mancinoDownload (size) = 1 file zip (mp3) 128 Kbps – 68,7 Mb

L'ultimo giorno di un condannato a morte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

Victor Hugo - Jacopo Venturiero

L'ultimo giorno di un condannato a morte

il Narratore audiolibri, 06/08/2014

Abstract: Anteprima audio: Trent’anni prima del grandioso ‘I Miserabili’ Victor Hugo scrive un altro capolavoro, meno noto ma non per questo meno importante: L’ultimo giorno di un condannato a morte. Un uomo, di cui non si conosce il nome né la colpa, affida a fogli trovati qua e là nella sua cella il racconto dei giorni e delle ore che, con il loro inesorabile trascorrere, lo conducono alla ghigliottina. Dalla proclamazione della sentenza capitale agli ultimi attimi che precedono lo spalancarsi delle porte del Palazzo municipale di Parigi verso la Place de Grève, le sue parole descrivono l’incubo che è stato - e che ancora è - la realtà di migliaia di uomini, condotti alla morte per mano della ‘giustizia’. La sua disperazione è interrotta solo per brevi momenti da barlumi di infondata speranza in una grazia che non arriverà e da fantasticherie su un passato lontano; speranze e ricordi che non fanno che rendere ancora più vivido e intenso il suo dolore. Una struggente e poetica condanna alla più inumana delle condanne, letta per il Narratore audiolibri da Jacopo Venturiero. Contenuto: L’ultimo giorno di un condannato a morte 49 capitoli (tracce) La canzone presente nel capitolo XVI° è cantata da Noemi Smorra Download (size): 1 file zip (mp3)128 Kbps – 135 Mb tot.

Colpa delle stelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Green, John - Grilli, Giorgia

Colpa delle stelle

Rizzoli, 11/06/2014

Abstract: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

Cercando Alaska
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Green, John

Cercando Alaska

Rizzoli, 11/06/2014

Abstract: La prima sbronza e il primo scherzo. * Il primo amico e la prima ragazza. * Le ultime parole. Miles Halter, solitario collezionista di Ultime Parole Famose, lascia la tranquilla vita di casa per cercare il suo Grande Forse a Culver Creek, una prestigiosa scuola in Alabama. È qui che conosce Alaska. Brillante, buffa, svitata, imprevedibile e molto sexy, per Miles diventa un enigma, un pensiero fisso, una magnifica ossessione.

Il pozzo e il pendolo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Poe, Edgar Allan - Altieri, Sergio - Mancuso, Mariarosa

Il pozzo e il pendolo

Feltrinelli Editore, 29/10/2014

Abstract: "Esplorare la tenebra. Con la ineluttabile consapevolezza che, nella tenebra, la morte è in attesa. Cadere, ecco la prima sfida della morte. Un salto senza fine in un baratro senza fondo. Solo che evitare il baratro è solamente il primo, e di certo non il peggiore, degli assalti della morte. In questa realtà in lenta dissoluzione, la sfida conclusiva è oltre il baratro. Una tavola in bilico sul vuoto, legami dai quali sembra impossibile liberarsi. E al di sopra del baratro, simile a un maleficio beffardo, una lama oscillante, sibilante, mutilante. Un pendolo letale che a ogni singolo ciclo cala sempre più.Un pozzo. E un pendolo. L'alchimia perfetta per l'incubo perfetto. Concepito dal nemico perfetto: la Santa Inquisizione. Anche se, al fondo di questa segreta misteriosa, sprofondata in qualche luogo ignoto, la santità sembra essere null'altro che una macabra beffa.Maestro di cerimonie di questa escursione infernale è Edgar Allan Poe, l'immortale profeta del lato oscuro che da un latoNe Il Pozzo e il Pendolo, capolavoro assoluto e insuperato della letteratura dell'inquietudine, intesa nel senso più alto del termine, le geometrie della tenebra si distorcono e i tempi della morte si dilatano, raggiungendo i limiti estremi della follia umana. E inumana." (Alan D. Altieri)Tratto da Racconti, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 36.509

Volevo solo averti accanto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Balson, Ronald H.

Volevo solo averti accanto

Garzanti, 02/01/2014

Abstract: PREMIO SELEZIONE BANCARELLA 2014Anche quello che sembrava un fratello può tramutarsi nel tuo peggior nemico...È la sera della prima al grande teatro dell'Opera di Chicago. Morbide stole e sete fruscianti si scostano per far largo al vecchio Elliot Rosenzweig, il più ricco e importante mecenate della città. All'improvviso tra la folla appare un uomo anziano in uno smoking fuori moda. Tra le mani stringe convulsamente una pistola che punta alla testa di Rosenzweig. La voce trema per la rabbia, ma lo sguardo è risoluto quando lo accusa di essere in realtà Otto Piatek, il Macellaio di Zamość, feroce criminale nazista. Ma nessuno sparo riecheggia tra i cristalli e gli specchi del sontuoso atrio. E Ben Solomon, un ebreo scampato ai campi di sterminio, viene atterrato dalla sicurezza e trascinato in prigione. Nessuno crede alle sue accuse, nessuno vuole ascoltarlo. Tranne Catherine Lockhart, una giovane avvocatessa alle prese con una scelta difficile della sua vita. Catherine conosce l'Olocausto esclusivamente dai libri di scuola, eppure solo lei riesce a leggere la forza della verità negli occhi velati di Ben, solo lei è disposta ad ascoltare la sua storia. Una storia che la porta a un freddo inverno nella Polonia degli anni Trenta, a un bambino tedesco tremante e con le scarpe di cartone che viene accolto e curato come un figlio nella ricca casa della famiglia ebrea dei Solomon. Ma anche agli occhi ambrati di una ragazza coraggiosa e a una storia di amore, amicizia e gelosia che affonda le radici del suo segreto in un passato tragico. Difendere Ben Solomon sembra un'impresa impossibile, Rosensweig è per tutti un sopravvissuto di Auschwitz, un filantropo potente e rispettato. Catherine però non vuole arrendersi, deve trovare la verità. Perché nessuno, in questa storia, è quello che sembra. Volevo solo averti accanto è un caso editoriale fulminante. Pubblicato in proprio dall'autore, ha venduto in poche settimane oltre 100.000 copie solo negli Stati Uniti. Le recensioni dei lettori e il traffico crescente in rete hanno suscitato l'interesse delle case editrici che si sono sfidate in un'asta infuocata per acquisirne i diritti. Pubblicato ora da uno degli editori americani più importanti, sta scalando tutte le classifiche di vendita. Un romanzo sconvolgente, che risveglia le coscienze e ci ricorda che. perché l'orrore non si ripeta, non si deve dimenticare. Mai.

Senza famiglia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Malot, Hector

Senza famiglia

BUR, 15/01/2014

Abstract: Il suo padrone, Vitalis, è un vecchio musicista. La sua casa è la strada. I suoi amici sono tre cani e una scimmia. E lui si chiama Remì.

Braccialetti rossi. Il mondo giallo. Se credi nei sogni, i sogni si creeranno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Espinosa, Albert

Braccialetti rossi. Il mondo giallo. Se credi nei sogni, i sogni si creeranno

Salani Editore, 16/01/2014

Abstract: Il libro da cui è stata tratta la fiction in onda su Rai1. PREMIO SELEZIONE BANCARELLA 2014. Albert Espinosa ha compiuto un miracolo: malato di cancro per dieci anni, è riuscito a guarire, trasformando il male in una grande esperienza. A guardarlo è lui stesso miracoloso, capace di comunicare, di contaminare gli altri con la propria vitalità. Albert Espinosa racconta in questo libro esemplare la propria giovinezza segnata dal tumore: più di un diario, più di una testimonianza, è una raccolta di tutto ciò che la sua condizione gli ha insegnato. E non c'è niente di astratto o dolente in queste pagine, ma la semplice volontà di mettere in pratica tutta la bellezza di quelle 'lezioni', che non a caso vengono chiamate 'scoperte': la scoperta che perdere una parte di sé non è una sottrazione di vita, ma l'occasione per guadagnarne di più. "Albert parla di un mondo alla portata di tutti, che ha il colore del sole: il mondo giallo. Un posto caldo, dove i baci possono durare dieci minuti, dove gli sconosciuti possono diventare i tuoi più grandi alleati, dove l'affetto è un gesto quotidiano come quello di comprare il pane, dove la paura perde significato, dove la morte non è una cosa che succede agli altri, dove la vita è il bene più prezioso. Lunga vita ad Albert!"

Addio, Monti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Masneri, Michele

Addio, Monti

minimum fax, 21/01/2014

Abstract: Un escort che è anche ghost writer. Un immobiliarista che sfrutta il mito di Pasolini per gonfiare le quotazioni delle periferie romane. Un importante economista condannato a fare sempre e solo marchette. E poi ereditiere dell'Olgiata, signore di Cortina d'Ampezzo, conduttori televisivi che crollano e risorgono. Sono questi i protagonisti di un romanzo che, avendo come crocevia il rione Monti di Roma (un tempo covo di prostitute e di briganti, oggi zona in della città), racconta le vicende di un gruppo di radical chic al tempo della crisi. Tra attacchi di panico, sedute di pilates, finti loft, spritz, amori non corrisposti, e molte ansie da salto sociale. Un viaggio nell'Italia che siamo diventati, dove la vecchia arte di arrangiarsi si nasconde tra i festival letterari e lo slow food, e la patina del buon gusto dissimula a malapena gli appetiti di chi il potere lo gestisce e dei tanti che lo sognano. Una satira dei nostri tempi firmata da un esordiente il cui talento è grande quanto il coraggio di raccontare un mondo in cui tutti siamo immersi fino al collo.

Polvere
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cornwell, Patricia D.

Polvere

Mondadori, 04/02/2014

Abstract: Kay Scarpetta è finalmente tornata a casa sua a Cambridge, dopo l'ultimo difficile caso, quando riceve una telefonata dal suo storico compagno di lavoro, Pete Marino, il quale la informa che il corpo di una giovane donna è stato ritrovato sul campo da baseball del Massachusetts Institute of Technology. Ben presto si scopre che si tratta di Gail Shipman, un ingegnere informatico che ha in corso una causa milionaria contro una società di intermediazione finanziaria che l'ha mandata sul lastrico. Kay Scarpetta dubita fortemente che si tratti di una coincidenza e ha anche il timore che questo caso sia in qualche modo collegato alla sua geniale nipote, Lucy. A un primo sguardo, la causa della morte di Gail Shipman non è chiara: il suo cadavere è avvolto in un telo color avorio ed è stato composto in una posa particolare. Questo fa pensare che chi l'ha uccisa non sia un killer alle prime armi. Sul corpo vengono inoltre ritrovate tracce di polvere fluorescente rosso sangue, verde smeraldo e blu zaffiro. Tutti questi elementi collegano il fatto a una serie di omicidi a sfondo sessuale perpetrati a Washington da un serial killer soprannominato Capital Killer, di cui si sta occupando Benton Wesley, il marito di Kay. La famosa anatomopatologa e i suoi collaboratori si ritrovano ben presto di fronte a uno scenario molto più inquietante di un semplice caso di omicidi seriali, un mondo sinistro che ha a che fare con le droghe sintetiche e la nuova tecnologia dei droni, che vede coinvolti il crimine organizzato e le più alte sfere governative. Polvere è il ventunesimo caso di Kay Scarpetta, protagonista icona di un'autrice che da molti anni non smette di stupire e appassionare i lettori.

Illmitz
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tamaro, Susanna

Illmitz

Bompiani, 29/01/2014

Abstract: Un giovane venticinquenne decide di intraprendere un viaggio a Illmitz, città al confine tra Austria e Ungheria, in cui viveva la sua famiglia prima che i genitori si trasferissero sul Carso. È un viaggio decisivo, che il protagonista, ora residente a Roma, ha deciso di compiere per fare i conti con se stesso, con la propria inquietudine, la propria fragilità, e per dare un senso a uno strisciante senso di inadeguatezza, al mondo e alle persone che lo circondano. Ma sarà, per lui, inevitabilmente, un viaggio insieme ai fantasmi che si stagliano nella propria memoria: Agnese, sua sorella, morta bambina, investita mentre attraversava una strada a occhi chiusi per mettere alla prova l'esistenza dell'angelo custode; il suo amico d'infanzia, Andrea, rimasto nel paese natale, sul Carso, lui sì, in salvo, vicino alle proprie radici; sua madre. Ma, soprattutto, Illmitz fa emergere il centro di questa inquietudine: Cecilia, la "fidanzata" del giovane, impiegata a Roma, dotata di una fisicità possente, una sessualità esuberante, un desiderio avvolgente, una vitalità istintiva. In lei il protagonista si specchia e con lei dovrà fare i conti.Illmitz – romanzo d'esordio di Susanna Tamaro, mai pubblicato prima – ha una forza selvaggia e originale; è teso, incisivo, commovente e crudo; ed è un grido inesorabile contro la solitudine, e a favore dello splendore autentico della vita." Amo Cecilia come mia madre, anzi, l'amo più di mia madre. Amo il suo ventre, la sua fecondità, amo la possibilità di sprofondarmi dentro di lei, amo il suo utero come un bambino, amo i suoi bottoni slacciati, amo il suo passo indeciso e amo i suoi sorrisi muti! "E, prima di sbattere la porta dietro di me, conclusi: "E sono felice di amarla così!"

Il Processo (Audio-eBook)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

Franz Kafka - Alberto Rossatti

Il Processo (Audio-eBook)

il Narratore audiolibri, 25/02/2014

Abstract: Anteprima audio: Il Processo è uno dei più celebri romanzi di Franz Kafka. Lasciato incompiuto dallo scrittore e pubblicato postumo nel 1925, racconta la vicenda, surreale e angosciante, del procuratore di banca Josef K., che una mattina, senza conoscerne le ragioni, viene arrestato.  Certo che si tratti di un errore, il giovane procuratore tenta di scoprire quale sia il capo d'imputazione sul quale si basa il processo che gli è intentato. Vani però sono i tentativi di dialogo con la burocrazia giudiziaria e con i suoi rappresentanti, mediocri e spersonalizzati, che procedono assecondando i meccanismi oscuri e involuti del tribunale. L'epilogo del romanzo è tragico, e il protagonista muore senza sapere quale sia la colpa per la quale è stato condannato. Una sensazione di soffocante squallore e di disumanità caratterizza luoghi e personaggi, e amplia il senso di angoscia e di ingiustizia. ‘Il Processo’, nella sua drammatica attualità, svela quanto siano pericolose prassi e procedure, quando si allontanano dall’uomo e lo sovrastano. In questo romanzo più ancora che nelle altre sue opere, Kafka usa uno stile che serve lo scopo di rendere la narrazione spersonalizzante e angosciosa. I personaggi sono spesso indicati in modo parziale e criptico; dello stesso protagonista non viene mai detto il cognome. La trama presenta diverse contraddizioni, che non sono però da attribuirsi all'incompiutezza dell'opera: sono introdotte ad arte per mettere in dubbio qualsiasi punto di riferimento certo per il lettore e trascinarlo così in una condizione quasi onirica. La lettura del romanzo è affidata alla voce di Alberto Rossatti, che ne ha anche curato la traduzione insieme a Marlene McLoughlin.(Registrazione ed editing effettuati presso lo studio di Andrea Giuseppini, Roma).Contenuto: Il Processo (versione integrale) Download (size): 1 file .epub - 434 Mb Questo Audio-eBook è in formato EPUB 3. Un Audio-eBook contiene sia l'audio che il testo e quindi permette di leggere, di ascoltare e di leggere ascoltare in sincronia. Può essere letto e ascoltato su eReader, tablet, smartphone e PC. Per i requisiti tecnici e una guida alla fruizione potete consultare la Guida all'Audio-eBook

La coscienza di Zeno (Audio-eBook)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Altro

Italo Svevo - Moro Silo

La coscienza di Zeno (Audio-eBook)

il Narratore audiolibri, 10/03/2014

Abstract: Anteprima audio: Il capolavoro di Svevo è centrato sulla figura di Zeno, ma è in realtà un gioco di specchi: c’è Ettore Schmitz, autore reale, che si specchia nell’autore inventato, Italo Svevo, che a sua volta si specchia in Zeno, autore del diario di vita commissionatogli dal suo psicoanalista, in una rincorsa ludica alle possibili identificazioni. Zeno soffre di quella sindrome un tempo chiamata nevrastenia e per questo si rivolge alla psicoanalisi, ma senza esiti curativi reali se non una consapevolezza che si forma attraverso “un’errabonda ricerca di se stesso che lo porterà ad accettare vizi e virtù, errori e successi, come parti di un destino che lo trascende e coinvolge l’intera umanità. Zeno risulta, così, salvato non dai risultati della sua autoanalisi o dal raggiungimento delle mete prefisse, ma proprio dal suo stesso cammino, dalla sua stessa esperienza di scrittura.” (G.Palmieri).Contenuto: La coscienza di Zeno (versione integrale) Download (size): 1 file .epub - 661 Mb Questo Audio-eBook è in formato EPUB 3. Un Audio-eBook contiene sia l'audio che il testo e quindi permette di leggere, di ascoltare e di leggere ascoltare in sincronia. Può essere letto e ascoltato su eReader, tablet, smartphone e PC. Per i requisiti tecnici e una guida alla fruizione potete consultare la  Guida all'Audio-eBook.

Nuovo dizionario delle cose perdute
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Guccini, Francesco

Nuovo dizionario delle cose perdute

Mondadori, 04/02/2014

Abstract: Da quando è uscito il primo Dizionario delle cose perdute, Francesco Guccini non può fare un passo, per strada, senza che qualcuno lo fermi per suggerirgli con entusiasmo e commozione qualche oggetto "del tempo andato" che merita di essere ripescato dal veloce oblio dei nostri anni e celebrato dalla sua penna. Dall'idrolitina ai calendarietti profumati dei barbieri, dal temibile gioco del Traforo alle cabine telefoniche, dal deflettore all'autoradio passando per i "luoghi comodi" e i vespasiani, le letterine di Natale piene di buoni propositi da mettere sotto il piatto del babbo, le osterie (quelle vere, senza la H davanti per darsi un tono) e molto altro, Guccini torna a scavare nel passato che ha vissuto in prima persona per riportarcelo intatto e pieno di sapore. E con questo suo catalogo delle cose perdute dà vita a un personalissimo genere letterario nel quale l'estro del cantautore - capace di condensare in poche strofe un universo intero di emozioni -, la sua passione storica e filologica e la sua vena poetica trovano sintesi piena: regalandoci pagine in cui ogni oggetto, ogni situazione, suscita intorno a sé un intero mondo, sempre illuminato dalla luce di un¿insuperabile ironia.

I peccati di una madre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Steel, Danielle

I peccati di una madre

Sperling & Kupfer, 04/03/2014

Abstract: Determinata, brillante e con un infallibile fiuto per gli affari, Olivia Grayson è riuscita negli anni a trasformare il piccolo negozio di ferramenta della madre in un vero e proprio impero commerciale che oggi vanta negozi in tutto il mondo. Ha lavorato sodo per questo traguardo ma spesso, forse troppo, ha dovuto mettere in secondo piano la sua famiglia e in particolare i quattro figli. Così, alla vigilia del suo settantesimo compleanno, Olivia riunisce la famiglia per una splendida e lussuosa crociera nel Mediterraneo. Un gesto generoso con il quale vuole dimostrare l'amore per i suoi cari e farsi perdonare le infinite volte in cui ha trascurato gli affetti a causa del lavoro. Sembra l'occasione perfetta per ricominciare, ma i figli non hanno mai smesso di rinfacciarle le numerose assenze. Ora la famiglia è divisa tra profondi rancori e vecchi segreti, e una vacanza, seppure da sogno, potrebbe non bastare per rimettere insieme i cocci. Riuscirà Olivia in una sola estate a farsi perdonare le colpe di una vita? Danielle Steel firma ancora una volta uno straordinario e intenso romanzo sulla famiglia, sulla forza dei sentimenti e sull'amore incondizionato di una madre verso i figli, regalando alle sue lettrici il ritratto di una protagonista indimenticabile.

Bella ciao. Controstoria della Resistenza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pansa, Giampaolo

Bella ciao. Controstoria della Resistenza

Rizzoli, 12/02/2014

Abstract: Il 25 aprile chi va in piazza a cantare "Bella ciao" è convinto che tutti i partigiani abbiano combattuto per la libertà dell'Italia. È un'immagine suggestiva della Resistenza, ma non corrisponde alla verità. I comunisti si battevano, e morivano, per un obiettivo inaccettabile da chi lottava per la democrazia.La guerra contro tedeschi e fascisti era soltanto il primo tempo di una rivoluzione destinata a fondare una dittatura popolare, agli ordini dell'Unione Sovietica. Giampaolo Pansa racconta come i capi delle Garibaldi abbiano tentato di realizzare questo disegno autoritario e in che modo si siano comportati nei confronti di chi non voleva sottomettersi alla loro egemonia. Quando si sparava, dire di no ai comunisti richiedeva molto coraggio. Il Pci era il protagonista assoluto della Resistenza. Più della metà delle formazioni rispondeva soltanto a comandanti e commissari politici rossi. Bella ciao ricostruisce il cammino delle bande guidate da Luigi Longo e da Pietro Secchia sin dall'agosto 1943, con la partenza dal confino di Ventotene. Poi le prime azioni terroristiche dei Gap, l'omicidio di capi partigiani ostili al Pci, il cinismo nel provocare le rappresaglie nemiche, ritenute il passaggio obbligato per allargare l'incendio della guerra civile.La controstoria di Pansa svela il lato oscuro della Resistenza e la spietatezza di uno scontro tutto interno al fronte antifascista. E riporta alla luce vicende, personaggi e delitti sempre ignorati. Pagina dopo pagina, prendono vita i protagonisti di un drammagonfio di veleno ideologico. A cominciare dagli "spagnoli", i reduci delle Brigate internazionali nella guerra di Spagna, presenti in tutte le bande garibaldine, inchiodati a un comunismo primitivo e brutale. Pansa ce li presenta anche nei loro errori di rivoluzionari senza onore, pronti a uccidere chi li contrastava. E nel metterli a confronto con i partigiani che si battevano per un'Italia libera da qualsiasi dittatura rievoca una pagina di storia che la sinistra ha finto di non vedere. Bella ciao verrà ritenuto un libro scandaloso dai gendarmi della memoria resistenziale. E questa sarà la conferma che Pansa ha fatto un importante passo in più nel suo percorso di narratore revisionista.