Rete 2.min

 

IL CATALOGO DELLE BIBLIOTECHE DELLA RETE 2

Per ricercare i libri e i documenti multimediali posseduti dalle Biblioteche delle Rete 2 usa il box di ricerca che trovi sotto. I risultati conterranno almeno un libro delle 30 biblioteche che compongono la Rete 2. Se vuoi compiere una ricerca su tutte le 85 biblioteche della Provincia di Padova usa il box di ricerca che trovi in alto, appena sotto il titolo della pagina

Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Latino
Mostra parametri
Prefazioni ai Vangeli, 1516-1522
0 0 0
Libri Moderni

Erasmus : Roterodamus

Prefazioni ai Vangeli, 1516-1522 / Erasmo da Rotterdam ; a cura di Silvana Seidel Menchi

Torino : Einaudi, 2021

Nuova Universale Einaudi. Nuova serie ; 26

Abstract: Erasmo, come è noto, anticipò alcune delle istanze dei riformatori, prima fra tutte la lettura diretta e massimamente diffusa dei Vangeli. Nell'edizione del 1522 dedicata a Carlo V chiese espressamente all'imperatore di promuovere la traduzione dei Vangeli in tutte le principali lingue europee. Però Erasmo volle tenacemente rimanere nell'ortodossia cattolica, e dunque si trovò spesso in posizioni difficili, attaccato da tutte le parti in causa. Le sue prefazioni alle edizioni dei Vangeli si muovono in questa situazione di precario equilibrio, e sono un fondamentale documento del clima di quegli anni. Oltre che un'ulteriore testimonianza della poliedrica bellezza della scrittura di Erasmo, in grado di cambiare registro secondo gli interlocutori mantenendo la stessa forza, la stessa brillantezza ed eleganza. Nelle aree dell'Europa centrale che sarebbero diventate il terreno di radicamento della Riforma il complesso degli scritti di Erasmo incentrati nel Nuovo Testamento o ad esso connessi ebbero una enorme risonanza. Oltre 110 edizioni attestano il successo che singole parti, sezioni, o componenti, di quel corpus di scritti riscossero negli anni cruciali della diffusione delle idee di Lutero. Che essi preparassero il terreno al radicamento della Riforma è un dato accertato. Il ruolo preminente spetta alla Paraclesi. Nel giro di un biennio, 1520-1522, la Paraclesi ovvero esortazione allo studio della filosofia cristiana (Paraclesis id est exhortatio ad Christianae philosophiae studium) irrompe sul mercato di lingua tedesca in quattro traduzioni diverse, per un numero complessivo di dodici stampe e ristampe. (...) Erasmo compose altri appelli che invitano alla lettura della Bibbia, imprimendo loro un analogo fervore. Alcune edizioni "minori" del Nuovo Testamento - volumi leggeri, culturalmente meno esigenti, incomparabilmente meno costosi, rispetto alle maestose edizioni bilingui di Froben - si aprono con apostrofi che esortano il lettore ad abbeverarsi alle «purissime fonti» di Cristo. (...) Il volume che presentiamo riunisce le quattro composizioni a impronta programmatica e intonazione parenetica che corredano edizioni diverse del Nuovo Testamento nonché un'opera ad esso strettamente connessa. «C'è chi non vuole che la gente semplice legga i testi sacri tradotti in volgare. Con costoro mi trovo in robusto dissenso: come se Cristo avesse insegnato cose così astruse da poter essere intese a malapena da tre o quattro teologi, o come se la tutela della religione cristiana consistesse nell'ignoranza della religione cristiana. I misteri dei re, quelli sì, sarà preferibile tenerli occulti; Cristo invece ha voluto che i suoi misteri avessero la massima diffusione. La mia aspirazione è che leggano i Vangeli tutte le donnette, che tutte leggano le lettere di San Paolo. E magari queste pagine fossero tradotte in tutte le lingue di tutti i popoli, così da essere lette e conosciute non solo dagli Scozzesi e Irlandesi, ma anche da Turchi e Saraceni. Conoscere è pur sempre un primo passo. Molti se ne farebbero beffe, lo ammetto; ma alcuni ne sarebbero conquistati. Vorrei che il contadino ne intonasse qualche versetto spingendo l'aratro, che il tessitore ne modulasse qualche passo manovrando le sue spole, che il viandante alleviasse il tedio del cammino con queste storie. Vorrei che tutti i discorsi che intercorrono tra tutti i cristiani ne fossero permeati. Noi siamo, in effetti, tali quali sono le nostre conversazioni quotidiane. Che ognuno capisca quel che può; che ognuno ne ricavi quel che può. Chi sta indietro non invidî chi è in testa; chi è in testa incoraggi chi viene dietro, non abbandoni la speranza. Perché restringiamo a pochi una professione di fede che è comune a tutti?». (Dall'introduzione di Silvana Seidel Menchi)

Catilinarie
0 0 0
Libri Moderni

Cicero, Marcus Tullius

Catilinarie / Cicerone ; saggio introduttivo, nuova traduzione e note a cura di Antonella Tedeschi

[Milano] : RL, stampa 2021

eROIDI
0 0 0
Libri Moderni

Ovidius Naso, Publius

Eroidi / Publio Ovidio Nasone ; introduzione, traduzione e note di Emanuela Salvadori

10. ed

Milano : Garzanti, 2021

Annali
0 0 0
Libri Moderni

Tacitus, Publius Cornelius

Annali / Tacito ; a cura di Lidia Pighetti ; prefazione di Luca Canali

Milano : Mondadori, 2021

L'arte di oziare
0 0 0
Libri Moderni

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

L'arte di oziare / Lucio Anneo Seneca ; cura e traduzione di Mario Scaffidi Abbate

Ed. integrali con testo latino a fronte

Roma : Newton Compton, 2021

Metamorfosi
0 0 0
Libri Moderni

Apuleius

Metamorfosi : L'asino d'oro / Apuleio ; a cura di Marina Cavalli

35. ristampa

Milano : Mondadori, 2021

Le lettere
0 0 0
Libri Moderni

Horatius Flaccus, Quintus

Le lettere / Quinto Orazio Flacco ; introduzione, traduzione e note di Enzo Mandruzzato

Milano : BUR, 2021

Nobile Vigonze opus
0 0 0
Libri Moderni

Nobile Vigonze opus = La nobile impresa del conte Girolamo da Vigonza : prima traduzione italiana del poemetto maccheronico di Anonimo padovano del XV secolo / [a cura di] Guglielmo Pinton

Lecce : Youcanprint, 2021

Monarchia
0 0 0
Libri Moderni

Alighieri, Dante

Monarchia / Dante Alighieri ; a cura di Diego Quaglioni

Milano : Mondadori, 2021

Oscar classici ; 242

Abstract: L'Impero è necessario al buon governo del mondo? È esclusivo appannaggio di Roma? Infine: la sua autorità deriva da Dio o dal papa? È Dante stesso a porre le questioni dottrinali che intende affrontare nel suo trattato. Forme e lingua - il latino - sono quelle tradizionali della trattatistica del suo tempo; rivoluzionarie invece le tesi sostenute, quelle intemptate veritates che fanno della Monarchia l'espressione dell'eterna tensione tra due poli, lo spirituale e il temporale, e l'innovativa, originalissima rielaborazione di un ampio retaggio d'idee e di dottrine. Il testo dantesco è qui presentato con il ricco commento di Diego Quaglioni, noto studioso di diritto medievale.

Le consolazioni
0 0 0
Libri Moderni

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

Le consolazioni / Lucio Anneo Seneca

[Sant'Arcangelo di Romagna] : Rusconi Libri, 2020

Satire
0 0 0
Libri Moderni

Persius Flaccus, Aulus

Satire / Aulo Persio Flacco ; introduzione di Antonio La Penna ; traduzione e note di Ettore Barelli ; premessa al testo di Franco Bellandi

10. ed

[Milano] : BUR Rizzoli classici greci e latini, 2020

Abstract: Morto a ventotto anni, Persio consumò la sua breve esistenza in uno dei periodi più torbidi della storia di Roma, fra il sorgere e l'incupirsi della tirannide neroniana. E il sapore amaro dei tempi si coglie a ogni passo delle sue Satire, cesellate con un linguaggio e uno stile audaci e personalissimi che rispecchiano la violenza della sua polemica. Alieno da ogni militanza politica, Persio tocca motivi cari alla morale stoica: il rifiuto della corruzione dilagante, il gusto del raccoglimento interiore, la ricerca di una libertà spirituale come unico bene da opporre alla sopraffazione del denaro e del potere. L'ampia introduzione di Antonio La Penna esamina ogni aspetto della poesia, dello stile e dei valori del giovane poeta.

L'arte di amare
0 0 0
Libri Moderni

Ovidius Naso, Publius

L'arte di amare / Ovidio ; a cura di Emilio Pianezzola ; commento di Gianluigi Baldo, Lucio Cristante, Emilio Pianezzola

Milano : Mondadori, 2020

I Menecmi
0 0 0
Libri Moderni

Plautus, Titus Maccius

I Menecmi / Tito Maccio Plauto ; introduzione di Cesare Questa ; traduzione di Mario Scandola

25. ed

[Milano] : BUR Rizzoli, 2020

Il fato
0 0 0
Libri Moderni

Cicero, Marcus Tullius

Il fato / Cicerone ; saggio introduttivo, nuova traduzione e note a cura di Andrea Filippetti

Santarcangelo di Romagna : Rusconi Libri, 2020

Le metamorfosi
0 0 0
Libri Moderni

Ovidius Naso, Publius

Le metamorfosi / Publio Ovidio Nasone ; introduzione di Gianpiero Rosati ; traduzione di Giovanna Faranda Villa ; note di Rossella Corti

21. ed.

Milano : BUR Rizzoli, 2020

BUR. Classici greci e latini

Abstract: Giunto all’apice della fama, idolo della società mondana romana e acclamato come il più grande poeta vivente, Ovidio decise di cimentarsi con il più prestigioso e impegnativo dei generi letterari: il poema epico. E la sua fu un’opera nuova ed estremamente ambiziosa: il racconto della storia del mondo, dal caos primigenio fino all’assunzione in cielo di Giulio Cesare, attraverso i miti e le leggende che avevano come tema comune la metamorfosi. Leggiamo così la storia delle Pieridi, mutate in gazze per aver sfidato nel canto le Muse, le dolorose vicende di Orfeo ed Euridice e quelle di Piramo e Tisbe, le passioni deluse di Apollo per Dafne e di Eco per Narciso, il commovente amore coniugale di Filemone e Bauci, in un susseguirsi inesauribile di miti e leggende che rimase nei secoli fonte di ispirazione per tutta la letteratura occidentale

Il disprezzo del mondo
0 0 0
Libri Moderni

Erasmus : Roterodamus

Il disprezzo del mondo / Erasmo da Rotterdam ; a cura di Carlo Carena

Milano : La via felice, 2020

La consolazione della filosofia
0 0 0
Libri Moderni

Boethius, Anicius Manlius Torquatus Severinus

La consolazione della filosofia / Anicio Manlio Severino Boezio ; introduzione di Christine Mohrmann ; traduzione, cronologia, premessa al testo e note di Ovidio Dallera

18. ed.

Milano : BUR Rizzoli, 2020

BUR Rizzoli. Classici

Elegie
0 0 0
Libri Moderni

Maximianus

Elegie / Massimiano ; a cura di Emanuele Riccardo D'Amanti

[Milano] : Fondazione Lorenzo Valla : Mondadori, 2020

Abstract: Poeta dotto, che riassume la tradizione elegiaca latina, che si colloca all'insegna di Boezio, e che ha assimilato la cultura biblica e cristiana al punto di utilizzarne espressioni e frasi, Massimiano «recepisce e interiorizza il cosiddetto pessimismo greco, che trova la sua espressione nelle parole del satiro Sileno, secondo il quale la cosa migliore per l'uomo è non essere nato e, una volta nato, morire presto. Il non essere è l'unico modo per sottrarsi all'infelicità che appartiene all'essere, anche e soprattutto nella vecchiaia, l'esperienza più tragica della vita». Se le figure femminili - Licoride, Aquilina, Candida e la Graia puella - si situano al centro delle Elegie, è Senectus la vera donna alla quale Massimiano soggiace come un amante alla propria Dama. Realista a oltranza, egli non rifugge dalle immagini più forti e più crude. Scrittore latino nell'Italia ostrogota del VI secolo, Massimiano è il poeta della senescenza: dell'uomo e dell'intero mondo antico.

La Repubblica
0 0 0
Libri Moderni

Cicero, Marcus Tullius

La Repubblica / Marco Tullio Cicerone ; Introduzione, traduzione e note di Francesca Nenci

8. ed

Milano : BUR Rizzoli, 2019

BUR Classici greci e latini

Abstract: Costruito come dialogo, il De Repubblica è uno dei testi fondamentali dell'intero corpus ciceroniano. Un testo di filosofia politica che analizza in maniera sorprendentemente attuale le possibili forme del governo e le sue altrettanto possibili degenerazioni. Cicerone riflette sulla natura della monarchia, sempre a rischio di trasformarsi in tirannide, sull'aristocrazia e sulla sua deriva in oligarchia, sulla democrazia che può scadere in demagogia. Ma si concentra anche sull'idea di giustizia e sulla sua pratica, all'interno dello stato e nei rapporti internazionali, sulla costituzione romana nel suo sviluppo storico e sulla figura dell'uomo di governo ideale, il princeps, colui il quale sacrifica l'interesse individuale a vantaggio di quello collettivo.

L'amicizia
0 0 0
Libri Moderni

Cicero, Marcus Tullius - Cicero, Marcus Tullius

L'amicizia / Marco Tullio Cicerone ; saggio introduttivo, premessa al testo e note di Emanuele Narducci ; traduzione di Carlo Saggio

7. ed.

Milano : BUR Rizzoli, 2019

Bur Rizzoli classici greci e latini

Abstract: A Roma, in una società agitata da una lotta continua e spesso subdola che non faceva alcun conto dei sentimenti l'amicitia era anche un'arma politica, non solo un sentimento basato sulla simpatia reciproca. Nato insieme alle altre grandi opere filosofiche durante il periodo di forzato ritiro dalla vita politica, il De amicitia è il tentativo di Cicerone di superare questo concetto utilitaristico per riscoprire un'amicizia fine a se stessa, fondata sulla virtus e quindi ancorata a valori etici e personali. Emanuele Narducci esplora nel saggio introduttivo il concetto di amicitia a Roma e il significato profondo di quest'opera nell'insieme della produzione ciceroniana.