Vigodarzere

Contatti

Vigodarzere
Villa Zusto - Via Ca' Pisani, 74, Vigodarzere
0498888327-313

Orario Chiusa

Oggi la biblioteca è aperta dalle 15:00 alle 17:00

Visualizza l'orario completo
Vedi tutti

Nuovi libri in biblioteca

Vedi tutti

Nuovi libri per ragazzi

Vedi tutti

Nuovi film in DVD

Vedi tutti

Prossimi eventi

Nessun evento in programma
Vedi tutti

Last Posts

Una scomoda verità 2 - [music by Jeff Beal

Abbastanza lontano dal precedente documentario (una scomoda verità 1). Non espone il cambiamento climatico avvenuto tramite testimonianze, immagini e video, bensì le lotte compiute verso i grandi potenti che gestiscono ogni paese. Con risultati poco incoraggianti. Ci sono cmq piccole testimonianze di chi, in modo intelligente, è riuscito a creare e utilizzare fonti rinnovabili. 2 stelle per il documentario.

L'acchiappasogni - Stephen King

Romanzo di poche pretese. L'ho trovato avvincente nella prima parte per perdermi poi nella seconda... King scivola nella noia. Il finale non è stato sorprendente, per me. Tuttavia merita un 3 stelle.

Nella mente del serial killer - John Douglas

è la storia vera di come John Douglas, alla fine degli anni 70 divenne il primo profiler dell'dell’FBI.
L'autore del libro infatti è uno dei primi e dei più famosi profiler e per 30anni (tra gli altri) prese parte alla caccia di un serial killer tra i più conosciuti della storia statunitense.
BTK (Bind Tortur Kill).
Il libro si concentra in particolare sul modo in cui viene tracciato il profilo di un assassino seriale, un’attività che negli anni Settanta, momento in cui si è svolta questa vicenda, era ancora ai suoi albori.
Douglas cme criminologo in queste pagine cerca di:1.Raccontare le motivazioni che hanno trascinato BTK 2.Descrivere come l'omicida sia riuscito a dividere la propria vita in stile dott.Jakill&mr Hide
3.Spiegare i motivi per cui all'apice della "follia" il killer parve scomparire nel nulla per poi riapparire anni dopo. 4.Raccontare come la polizia sia riuscita ad acciuffarlo.
Lo scopo di Douglas è far capire che queste persone non diventano così dal giorno alla notte, ma è possibile notare segnali di amìnomalie comportamentali sin dalla giovane età che genitori e insegnanti dovrebbero poter cogliere
prima che il problema scaturisca in tutta la sua potenziale violenza.

Poirot a Styles Court - Agatha Christie

Quest’anno ricorre il centenario dalla pubblicazione... e quindi anche il compleanno di Poirot che qui fa la sua prima comparsa .
Ci sono tutti gli ottimi ingredienti a cui la Christie ci ha abituati: un ingiusto testamento, una morte improvvisa, una villa sontuosa nella quale gli abitanti mal si tollerano
e un poderoso veleno...

Patria - Fernando Aramburu

Due famiglie legate a doppio filo. Vicini di casa, amici inseparabili per 20' anni poi l'evento. Una catastrofica tragedia che scava un cratere nelle loro vite fino ad allora comuni. È una storia intensa raccontata a 9 voci. Tutte emergono ben caratterizzate, chiare.. 9 protagonisti alla pari. Una storia che parla di legami e di identarismo violento(...), una storia che avvolge, disturba e commuove.

The secret / Rhonda Byrne

libro molto interessante sulla legge di attrazione, è solo bello poter pensare che siamo gli unici responsabili di tutto ciò che succede, smettiamo di fare le vittime e almeno proviamo a crederci.... poi sarà quello che sarà.

Meraviglia - Francesco Vidotto

Mi sono mancate le montagne del Cadore, con la loro selvaggia atmosfera e la durezza del vivere, in questo riuscito romanzo d’amore adolescenziale di Francesco Vidotto. In compenso sono rimaste sempre nel cuore del suo protagonista Lorenzo, che alla fine della storia, ha voluto ritornarvi a vivere in pace con la sua anima, finalmente rasserenata e con una compagna, che è stata l’ultimo dono della sua amata Lavinia. Che dire di questa ragazza forte, bella, sfuggente, impegnativa che lo ha spesso salvato in un ambiente a lui ostile, che gli ha indicato la strada quando lui l’aveva smarrita, che lo ha amato quando meno se lo aspettava, che si è fatta ritrovare quando pensava di averla smarrita per sempre e per giunta con una sorpresa stupefacente. Una di quelle che Vidotto ormai ci ha abituato a trovare all’epilogo delle sue storie che, apparentemente semplici, non sono però mai banali. Anzi sono spesso impetuose e ricche di riflessioni esistenziali.

R: Oceano - Francesco Vidotto

Oceano doveva nascere prima di attraversare il mare per raggiungere le Americhe, ma i suoi genitori, poveri in canna, consapevoli che non ce l’avrebbe mai fatta a sopravvivere, hanno deciso di lasciarlo nella terraferma, dandolo in adozione ad una famiglia senza figli. Qui, ben accetto dal padre, ha trovato invece freddezza nella madre, specialmente dopo che la famiglia è stata allietata dalla nascita di una figlia naturale, di nome Italia. Oceano, gran lavoratore, remissivo di natura, ha sempre avuto un grande rispetto per la madre nonostante questo non fosse ricambiato e si è molto affezionato anche alla sorellastra alla quale ha promesso futura protezione, specialmente dopo l'inaspettato suicidio del padre. Un affetto che si è ulteriormente rinforzato fino a divenire amore, specialmente dopo che la madre si è accompagnata con un uomo alcolizzato, rude e violento, che non perdeva occasione per umiliarla e violentarla anche in presenza dei ragazzi. Ovviamente l’amore tra i fratellastri è stato visto come la violazione di un tabù nell’ambito di quella comunità retrograda e conservatrice, ma come in tutte le belle fiabe ci sono stati degli sviluppi positivi che Oceano, una volta invecchiato ed ormai prossimo alla demenza, ha voluto raccontare all’autore che con grande maestria li ha tradotti in questo piacevole romanzo, raccontato quasi in prima persona.

Siro - Francesco Vidotto

E’ bravo Francesco Vidotto a rintracciare tutte queste storie nei meandri dei suoi monti. Vere? Inventate? Che importanza ha, l’importante è che siano belle e che ti prendano. Come quella del pastore Siro, rintracciata in una soffitta abbandonata e ricostruita minuziosamente, contenente un passato difficile e a volte tragico, con un grande amore non corrisposto per i retaggi di un ambiente pieno di pregiudizi atavici. Una storia senza futuro per il protagonista, remissivo per natura fino alla fine della sua vita, per il bene di una persona a lui tanto cara, ma che gli resterà estranea per sempre perché quello è il destino che tocca agli ultimi. Perché Siro, il pastore con la passione della scrittura, pur vivendo nei meravigliosi ambienti della montagna bellunese, resterà per sempre un solitario, quasi eremita in una malga con le sue pecore, spesso consolato dai fumi di un fiasco di vino, come quello che aveva a fianco nella panchina, dalla quale ha visto per l’ultima volta il cielo azzurro delle sue montagne.

Il treno dei bambini - Viola Ardone

Questo libro è un piccolo gioiello: ti fa ridere, commuovere e riflettere. Una scrittura che cresce con il protagonista, dal candore dell'infanzia alle complessità dell'età adulta. Ti avvolge e non vorresti più smettere di leggerlo.
Consigliatissimo.

Un bellissimo novembre - Ercole Patti

Potremmo anche definirlo i dolori del giovane Nino alle prese con le prime esperienze d’amore con la zia Cettina, questo breve, ma intenso romanzo ambientato nell’autunno del 1925 fra Catania e la sua campagna circostante. Ercole Patti, ritornato d’attualità dopo che La Nave di Teseo ha di recente pubblicato la sua opera omnia, ha saputo con la sua scrittura penetrante, scorrevole, intensa ed altamente descrittiva, dar vita a dei personaggi ed a delle situazioni che ti lasciano un ricordo indelebile. Tutto inizia quasi banalmente in un affollato tinello della città siciliana dove un po’ per provocazione, un po’ per gioco la zia quasi trentenne e sposata, si struscia contro le ginocchia del nipote sedicenne risvegliandogli i sensi e creandogli aspettative d’amore, che pochi mesi dopo, durante le vacanze in campagna, fisicamente corrisponderà con la stessa audacia e leggerezza. Purtroppo il gioco con i sentimenti si fa duro ed il ragazzo diventa geloso, apprensivo, invadente ed aggressivo, anche perché la zia con le sue frequenti scappatelle gliene dà adito. E’ inevitabile il tragico epilogo e nel crescendo descrittivo di Patti te ne rendi conto già prima delle ultime pagine. Resterà comunque un segreto fra i due protagonisti perché nessuno degli altri personaggi aveva capito niente della loro storia. Questo libro ha liberamente ispirato un film di Mauro Bolognini, interpretato da Gina Lollobrigida, con musiche di Ennio Morricone.