Community » Forum » Recensioni

L'abito da sposo
0 1 0
Lemaitre, Pierre <1951- >

L'abito da sposo

Milano : Corriere della sera : Oggi, 2018

Abstract: Chi è veramente Sophie? Sappiamo che ha trent'anni ed è la babysitter di Léo, il figlio di una coppia di ricchi parigini. La giovane donna sembra non avere una vita privata, si dedica al bambino e nient'altro. Il resto è un mistero. Ma sappiamo che è ossessionata da una doppia identità, dimentica cosa ha fatto poche ore prima e vive in un costante stato di oblio. Una sera la mamma di Léo rientra tardi e trova Sophie addormentata davanti alla TV le propone di restare a dormire e lei accetta. Il mattino dopo la ragazza si risveglia sola in casa e fa la terribile scoperta: nella notte Léo è stato strangolato nel sonno, proprio accanto a lei. Da lì una lunga fuga, un sentiero che condurrà Sophie fin negli abissi del crimine per salvarsi da un omicidio che non ha commesso ma per il quale è l'imputata perfetta, un percorso lungo il quale sceglierà di uccidere e di mentire. Assumerà altre identità e per questo dovrà confinare la propria esistenza dentro miseri giorni anonimi. Fino al giorno in cui scoprirà cosa è davvero accaduto quella notte e chi è l'uomo che l'ha condannata alla sofferenza

64 Visite, 1 Messaggi

La storia è scritta in terza persona. È divisa in tre parti, ognuna delle quali è dedicata ad uno dei protagonisti: Sophie e Frantz. L’ultima, invece, è dedicata alla loro vita in comune.
È scritta in maniera semplice e diretta con una moltitudine di descrizioni ben fatte.
La trama, forse, potrebbe sembrare un po poco realistica, ma nel complesso regge davvero bene.
Bisogna arrivare alla seconda parte per poter capire la situazione nel suo insieme.
È un susseguirsi di colpi di scena e situazioni inaspettate che tengono il lettore letteralmente incollato alle pagine del libro.

  • «
  • 1
  • »

2408 Messaggi in 2045 Discussioni di 373 utenti

Attualmente online: Ci sono 15 utenti online