Community » Forum » Recensioni

La solitudine dei numeri primi

676 Visite, 3 Messaggi
57616AA
31 posts

La solitudine dei numeri primi

Il titolo può sembrare promettente, un libro quasi filosofico che affronta l'argomento delle solitudine dei numeri primi che può essere davvero un argomento molto attuale su cui riflettere a lungo. Ma il contenuto e la trama sono poco avvincenti

Utente 730
4 posts

Re: La solitudine dei numeri primi

Il libro secondo me è scritto davvero bene, riesce a descrivere lo stato emotivo dei due personaggi. Entrambi non riescono a superare i traumi legati all'infanzia e la loro vita è tutto un ripetersi di occasioni mancate. Però, giunta alla fine della lettura, mi ha lasciato un grande senso di amarezza.

Mauro Rigo
3 posts

Re: La solitudine dei numeri primi

L'ho scoperto grazie a mia moglie e mia figlia, che ne sono entusiaste: è piaciuto anche a me.
Difficile trovare una "trama avvincente", dato che i protagonisti sembrano trascinarsi in un'esistenza segnata da due episodi devastanti e dall'impossibilità (reale o apparente?) di rapportarsi pienamente con gli altri. Semmai si può parlare di un romanzo psicologico che verte sul loro incontro e su una storia che potrebbe diventare importante ma, alla fine, non lo sarà.
I due protagonisti, infatti, sono "numeri primi": personalità in qualche modo "contigue", vicine ma destinate a non unirsi mai perché, tra loro, ci sono comunque altri "numeri".
Dunque, la mancanza di un lieto fine mi è parsa quasi naturale: ambedue comprendono la loro incompatibilità e la accettano, proseguendo una vita che, comunque, promette ancora qualcosa.

  • «
  • 1
  • »

2198 Messaggi in 1857 Discussioni di 345 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online