Il silenzio delle pietre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Andreoli, Vittorino

Il silenzio delle pietre

Abstract: Siamo nel 2028 e l'unica libertà che sembra essere rimasta all'uomo è la fuga dalla città. Così il protagonista di questo romanzo, ormai segregato tra le quattro mura della sua abitazione, terrorizzato anche solo dall'idea di aprire la porta, decide di andarsene. Lontano da tutti, dai rumori, dal caos, da un mondo dove è diventato impossibile vivere. Lontano da chi occupa abusivamente ogni spazio intorno a lui. Vittorino Andreoli immagina un futuro che somiglia molto al nostro presente, ma dove le ingiustizie si sono ancor più esasperate e, nonostante il benessere raggiunto grazie alle grandi scoperte, tutto parla di una situazione a un passo dal baratro. Una casa isolata, affacciata sull'oceano nel Nordovest della Scozia, sembra il luogo ideale per ritrovare un po' di pace: una baia abitata soltanto da uccelli marini e, a ridosso, montagne che nel tempo si sono trasformate per l'azione del vento. È qui, osservando la perfezione di un ambiente rimasto invariato dal giorno della creazione, nel silenzio delle pietre, che riesce finalmente ad analizzare con maggiore distacco le contraddizioni che lo hanno spinto a cercare la solitudine estrema. Inebriato da tanta bellezza, si lascia tentare dall'idea di non tornare mai più, trasformando quella che doveva essere una parentesi temporanea in una scelta definitiva. Eppure, anche l'idillio, visto più da vicino, rivela lati meno luminosi. Ma soprattutto, nella più completa solitudine, si cancella ogni possibile relazione umana, ogni sentimento si spegne. La distanza poi cambia la prospettiva e apre uno spiraglio di luce e di speranza sui mali della metropoli. Quest'uomo può forse tornare a indossare gli eleganti abiti di città che aveva chiuso in un armadio al suo arrivo in Scozia? O invece, chissà, un'altra libertà è possibile? In questo romanzo, Andreoli ci racconta il profondo disagio del nostro tempo, prestando al protagonista tratti inevitabilmente autobiografici, ma nei quali ciascuno di noi può riconoscersi.


Titolo e contributi: Il silenzio delle pietre / Vittorino Andreoli

Pubblicazione: Milano : Rizzoli, 2018

Descrizione fisica: 328 p. ; 24 cm

ISBN: 978-88-17-09898-4

Data:2018

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Classi: 853.9 NARRATIVA ITALIANA, 1900-

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2018
  • Target: adulti, generale
Contenuto (Area 0) (181)
  • Chiave di collegamento: z01
  • Forma del contenuto: testo
  • Tipo di contenuto: x
  • Tipo di movimento: x
  • Tipo di dimensione: non applicabile
  • Tipo di sensorialità: visivo
Mediazione (Area 0) (182)
  • Chiave di collegamento: z01
  • Tipo di mediazione ISBD: unmediated
Supporto (Area 0) (183)
  • Chiave di collegamento: z01
  • Tipo di supporto: Senza mediazione - Volume
  • Sistema di codifica: RDAcarrier

Sono presenti 16 copie, di cui 12 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Este G 853.9 AND EST-58032 In prestito 04/10/2018
Vigonza G 853.9 AND VIG-24769 In prestito 25/09/2018
Ospedaletto Euganeo G 853.9 AND OSP-8071 In prestito 10/10/2018
Due Carrare G 853.9 AND DCR-25903 In prestito 30/03/2018
Vigodarzere 853.9 AND VGD-22632 Su scaffale Prestabile
Noventa Padovana NR 853.9 AND NOV-22068 In prestito
Ponte San Nicolò G 853.9 AND PSN-38727 In prestito 27/09/2018
Cadoneghe G 853.9 AND CAD-26682 In prestito 21/09/2018
Selvazzano Dentro G 853.9 AND SEL-30749 In prestito 09/10/2018
Monselice G 853.9 AND N MON-40138 In prestito 29/09/2018
Abano Terme G 853.9 AND ABT-90817 In prestito 21/09/2018
Conselve G 853.9 AND CON-27015 In prestito 27/09/2018
Brugine G 853.9 AND BRU-17759 In prestito 27/09/2018
Loreggia Bibl. Centrale 853.9 AND LOR0-17170 Su scaffale Prestabile
Massanzago Bibl. Centrale 853.9 AND MSZ0-12259 Su scaffale Prestabile
Granze G 853.9 AND GRZ-3111 Su scaffale Novità locale 60gg
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.