Community » Forum » Recensioni

Una stanza piena di gente
5 2 0
Keyes, Daniel

Una stanza piena di gente

[Milano] : Nord, 2009

Abstract: Il 27 ottobre 1977, la polizia di Columbus, Ohio, arresta il ventiduenne Billy Milligan con l'accusa di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie. Billy ha vari precedenti penali e contro di lui ci sono prove schiaccianti. Ma, durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa, emerge una verità sconcertante: Billy soffre di un gravissimo disturbo dissociativo dell'identità. Nella sua mente «vivono» ben 10 personalità distinte, che interagiscono tra loro, prendono di volta in volta il sopravvento e spingono Billy a comportarsi in maniera imprevedibile. Nel corso del processo si manifestano il gelido Arthur, 22 anni, che legge e scrive l'arabo; il timoroso Danny, 14 anni, che dipinge solo nature morte; il violento Ragen, 23 anni, iugoslavo, che parla serbo-croato ed è un esperto di karaté; la sensibilissima Christene, 3 anni, che sa scrivere e disegnare, ma soffre di dislessia; e poi Alien, Tommy, David, Adalana e Christopher. Così, per la prima volta nella storia giudiziaria americana, il tribunale emette una sentenza di non colpevolezza per infermità mentale. Tuttavia Billy rimane un rebus irrisolto fino a quando, durante il ricovero in un istituto specializzato, a poco a poco non affiorano altre 14 identità autonome, tra cui spicca «il Maestro», la sintesi della vita e dei ricordi di tutti i 23 alter ego. E proprio grazie alla sua collaborazione è stato possibile scrivere questo libro.

295 Visite, 2 Messaggi
Marilù Milani
21 posts

Ti viene da chiederti se non sia tutto inventato, frutto di una fervida fantasia. E invece no. E' tutto vero. Sconvolgente. Scioccante.
Vale davvero la pena di leggerlo, per avere un'idea di dove possa arrivare la mente umana.

È incredibile che possa essere una storia vera! Assolutamente da leggere

  • «
  • 1
  • »

1974 Messaggi in 1653 Discussioni di 301 utenti

Attualmente online: Ci sono 14 utenti online