Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

It - Stephen King

Incuriosita dal film, mi sono avventurata in queste 1238 pagine per conoscerne il finale ed ho scoperto, come spesso capita, che l'adattamento cinematografico si distanzia davvero molto dal testo. Il libro è sicuramente impegnativo, a volte un po' prolisso nelle descrizioni, merita però di essere letto. Consigliato.

Charlotte Brontë - Lyndall Gordon

Un biografia stupenda realizzata in modo accurato e superbo. Un vero e proprio viaggio attraverso gli anni dolorosi e creativi di un'autrice, che ha fatto la storia della letteratura sia inglese che internazionale. Consigliatissimo sia per gli amanti di questa autrice che a tutti coloro che vogliono vivere un'avventura all'interno della mente e della vita di una Donna, legata alle tradizioni della sua epoca, ma con una passionalità anticonformista....

Marilyn Monroe - Donald H. Wolfe

Libro interessante anche politicamente parlando.
Lancia uno sguardo limpido e circostanziato su uno squarcio di tempo ben definito, cioè dalla nascita alla morte dell' attrice.
Senza pregiudizi offre inoltre documenti ufficiali a supporto di quanto scritto.
Vale la pena arrivare fino all'ultima pagina.
Buona lettura.

La sostanza delle cose - Mark Miodownik

Non prendete paura, è un libro molto semplice e di facile lettura ma che spiega concetti molto complicati sui materiali di uso quotidiano. Dopo averlo letto Vi guardere intorno con occhi diversi. Il mio capitolo preferito è stato il primo sull'indomito Acciaio che racconta la storia di come siamo riusciti a domare la forza dell'acciaio. Un altro capitolo che ho trovato divertentissimo è stato quello sulla plastica "immaginifica", qui l'autore ci racconta la storia della plastica come stessimo guardando un film western.

Buona lettura

Origin - Dan Brown

E’ il primo romanzo di Dan Brown che leggo e non sarà l’ultimo. Mi è piaciuto molto sia per la descrizione degli ambienti, che per l’argomento trattato e la trama. Lo scrittore ha dimostrato di essersi molto ben preparato, frequentando ambienti di alto livello (lo si deduce anche dai ringraziamenti finali). Pur essendo un romanzo di fantasia con una trama e personaggi completamente inventati, appare molto verosimile e potrebbe anche anticipare una realtà non molto lontana nel tempo. E’ infatti l’intelligenza artificiale la vera protagonista del romanzo, quella che in futuro potrebbe darci le risposte alle due domande che sono il leitmotiv della narrazione. Da dove veniamo? Dove andiamo?

L' isola dell'amore proibito - Tracey Garvis Graves

..è proprio vero che l'Amore non conosce limiti...di nessun genere.
Una bellissima storia raccontata direttamente dai protagonisti.
Un libro dalla scrittura semplice, da "divorarlo" in pochi giorni, che mi ha fatto ridere e piangere e che una volta finito, ho sperato ci fosse l' epilogo dell' epilogo, per non arrendermi alla parola fine.

Tutto è possibile - Elizabeth Strout

Il giorno in cui comprenderemo che la vita nelle campagne del Midwest è affascinante soltanto nei romanzi di chi la racconta, sarà sempre troppo tardi per rinnegare il mito della provincia americana. Anche i personaggi protagonisti di questi racconti, marginalmente collegati fra loro, per dar l’impressione del romanzo, sono, appunto, di un altro continente. Soli, freddi, isolati, strambi, patetici, psicologicamente instabili. Non mi riesce di amarli. Certo che Elisabeth Strout li descrive magistralmente, ma le storie che ci sono dietro sono abbastanza banali e scontate.

Il favoloso libro di Perle - Timothée de Fombelle

Un libro fantastico. Una vera e propria favola che arriva al cuore e fa volare la mente. Ho trovato meraviglioso come l'autore abbia intrecciato realtà è fantasia trasformando il tutto in una fiaba dolceamara ma davvero magica. Consigliato a tutti.

Il pettirosso / Jo Nesbø ; traduzione di Giorgio Puleo

Molto interessante non solo come giallo di Nesbo, ma anche per le implicazioni storiche sulla seconda guerra mondiale in Norvegia, l'invasione nazista, l'assedio a Leningrado, il comportamento della famiglia reale e le reazioni della popolazione viste da un norvegese doc come Jo Nesbo. Tutte notizie molto lontane da noi che a malapena conosciamo la nostra storia del 900. Da leggere senz'altro prima di Nemesi che ne è praticamente il seguito, anche se può essere compreso ugualmente.

Madame Bovary - Gustave Flaubert

Madame Bovary non è un romanzo d’amore come pensavo, ma introspettivo. Ogni personaggio quando Flaubert scrive di lui, diventa anche protagonista, tanta è la bravura, la precisione e la profondità nel descriverlo nell’aspetto, negli atteggiamenti e nell’interiorità. Oltre ad Emma e Charles hanno un ruolo di primo piano gli amanti, il farmacista, il commerciante usuraio, i genitori. Perfino un commesso storpio ed un mendicante cieco riescono a ritagliarsi la loro fetta di celebrità. Anche la descrizione dei luoghi è ricca, realista e suggestiva. A volte allineata al profilo psicologico delle persone. Che dire della storia? Lineare e scontata, ma non per questo non ti prende il cuore e la mente. Tutto sommato trovo il complesso e disarmante profilo psicologico di Emma abbastanza attuale, nonostante siano trascorsi oltre 150 anni dalla sua ideazione. Idem per quello di Charles, le cui contraddizioni trovi in molti profili di persone che assurgono alle cronache dei nostri giorni. La bellezza dei classici è appunto quella di essere sempre attuali.