Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Madame Bovary - Gustave Flaubert

Madame Bovary non è un romanzo d’amore come pensavo, ma introspettivo. Ogni personaggio quando Flaubert scrive di lui, diventa anche protagonista, tanta è la bravura, la precisione e la profondità nel descriverlo nell’aspetto, negli atteggiamenti e nell’interiorità. Oltre ad Emma e Charles hanno un ruolo di primo piano gli amanti, il farmacista, il commerciante usuraio, i genitori. Perfino un commesso storpio ed un mendicante cieco riescono a ritagliarsi la loro fetta di celebrità. Anche la descrizione dei luoghi è ricca, realista e suggestiva. A volte allineata al profilo psicologico delle persone. Che dire della storia? Lineare e scontata, ma non per questo non ti prende il cuore e la mente. Tutto sommato trovo il complesso e disarmante profilo psicologico di Emma abbastanza attuale, nonostante siano trascorsi oltre 150 anni dalla sua ideazione. Idem per quello di Charles, le cui contraddizioni trovi in molti profili di persone che assurgono alle cronache dei nostri giorni. La bellezza dei classici è appunto quella di essere sempre attuali.

Gli effetti collaterali delle fiabe - Anna Nicoletto

Un romanzo davvero carino, romantico e vero fatto di personaggi che potremmo incontrare veramente. Scritto molto bene e abbastanza scorrevole dato che ci sono molti riferimenti informatici che non sempre sono chiari, almeno per me che l'informatica é come arabo : ). Nel complesso molto bello a tratti davvero emozionante. Consigliato vivamente.

Il pettirosso - Jo Nesbø

Libro d'annata essendo del 2000 ed.italiana 2006, ma veramente istruttivo e divertente con le indagini cervellotiche di Harry Hole. Harry Hole nel mio immaginario sarà sempre abbinato a Fassbender che l'ha portato sullo schermo con tanta efficace sofferenza. Spero in un prossimo nuovo Harry Hole al cinema.

L'amante segreto di Madame Curie - Irène Frain

Una biografia stupenda. È sempre così affascinante scoprire i retroscena e la "vera" vita di personaggi così importanti come lo sono stati Marie e Pierre Curie o Paul Langevin. Grandi "mostri" della scienza che vivono passioni, tormenti, scandali e li affrontano con coraggio. Una lettura appassionata ed interessante.

Le cose crollano - Chinua Achebe

Nel 2002 questo libro è stato inserito nella lista dei 100 migliori libri di tutti i tempi compilata dalla Norwegian Book Club. Parla degli Igbo, una delle principali etnie africane, ben radicata in Nigeria dove è ambientato questo romanzo nei primi anni del ventesimo secolo. Descrivendo la vita e le imprese del guerriero Okonkwo, un coraggioso capo di varie tribù, lo scrittore africano ci fa vivere l’epopea che ha segnato per il suo popolo il passaggio di civiltà determinato dalla colonizzazione dei bianchi. Un passaggio che è stato traumatico soprattutto per chi, come il nostro protagonista non ha voluto accettarlo portando il suo rifiuto fino alle estreme conseguenze. Con una scrittura semplice e lineare Chinua Achebe ci fa molto riflettere su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, ma lasciando al lettore le conclusioni. L’impatto con i bianchi, che hanno portato la cosiddetta civiltà è stato devastante, ma va detto che le loro tradizioni lo erano altrettanto. Molti erano gli esclusi sia per motivi di casta che semplicemente per delle superstizioni. Come si legge nella nota finale del traduttore “il colonialismo in Africa ha frantumato molte cose, ma ha creato grandi unità dove prima ce n’erano di piccole e frammentarie; ha unito molte genti che prima procveedevano per vie separate”.